14:35
32°
27°

Nosy Komba, l’isola dei lemuri

Nosy Komba che vuol dire “l’isola circondata dalle rocce” é la seconda isola principale dell’arcipelago di Nosy Be. E’ ugualmente conosciuta per ospitare numerosi lemuri considerati sacri dagli abitanti dell’isola. Venite a scoprire i paesaggi grandiosi che la circondano e a svolgere le numerose attività e sports nautici che ci si possono fare.

Nosy Komba

Il paradiso dei lemuri

Nosy Komba é l’isola più popolata dopo Nosy Be con circa 4000 abitanti, si trova a soltanto 15 minuti da Hell Ville in barca.
Ospita una moltitudine di lemuri protetti dal “fady” (tabù locale). In effetti, sono considerati sacri dagli abitanti dell’isola e non sono quindi ne cacciati ne molestati in qualsiasi modo. Ci troverete, tra gli altri, il lemur Macaco che vive in gruppo di venti individui e si nutre principalmente dei frutti dell’isola.

Cosa fare a Nosy Komba?

Nosy Komba (che comincia seriamente a fare ombra a Nosy Be) offre stupende escursioni. Punti di vista eccezionali e panorami grandiosi, i visitatori non rischiano di rimanere delusi. I più coragiosi, ai quali 5 o 6 ore di marcia non fanno paura, potranno tentare l’ascensione dell’Antaninaomby (621 m) che promette alla sua sommità una vista inimmaginabile a 360° sull’insieme dell’arcipelago e su 300 km di costa malgascia.

Circuito su Ampangoriana

Distanza : Circuito di 1km in condotta pedestre
Durata : 2ore di visita
Attrattive turistiche : Ampangoriana ospita una moltitudine di specie tropicali e endemiche :

  • Makis Macaco,
  • Camaleonti,
  • lucertole,
  • serpenti,
  • ragni,
  • tartarughe

Livello di difficoltà : Facile

 

Immergersi nei paesaggi d’Anjiabe

Distanza : Circuito di 2 km in condotta pedestre
Durata : 1ora di visita
Attrattive turistiche :

  • Incontro con i paesani
  • Scoperta del baobab versione trekking attraverso un percorso originale 
  • Paesaggi vedi e lussureggianti
  • Piantagione della vaniglia
  • Osservazione dei lemuri, il camaleonte brokesia e i gechi uroplatus

Livello di difficoltà : Medio

Lo sapeteve ?

La storia di Nosy Komba inizia nello stesso tempo di quella di Nosy Be: con l’arrivo della Regina Tsiomeko. In effetti, qust’ultima venne a rifugiarsi a Komba con i suoi cortigiani dopo essere stata scacciata dalla grande isola dai soldati dell’armata Hova. Numerosi soldati finirono annegati poiche pensavano che la chiarezza dell’acqua fosse dovuta alla poca profondità. Da allora, i Sakalava utilizzano l’espressione “rano manono hova” cioé a dire “l’acqua che uccide gli Hovas”.

L’isola circondata dalle rocce

Congiunzione tra Nosy Be e la grande isola di Madagascar, Nosy Komba culmina a 622 metri ed é ricoperta da una foresta densa e spessa, circondata da rocce vulcaniche che la proteggono dalle acque a volte tumultuose della baia.

Dove si trova Nosy Komba?